Le introvabili professioni del futuro

Le introvabili professioni del futuro

Spread the love

Le professioni del Futuro? Da un sondaggio di Grant Thornton International, una delle più importanti società al mondo di revisione ed organizzazione contabile, mostra che a fronte di un indice di fiducia globale ai massimi storici per 2.500 società in 36 Paesi, il timore delle imprese è di non riuscire a inserire in azienda i giusti profili per affrontare le sfide competitive del futuro.

In Italia, per esempio secondo Assinform, l’Associazione italiana per l’Information Technology, entro il 2018 serviranno 85mila nuovi professionisti per supportare il mercato digitale (informatica, telecomunicazioni e contenuti), mentre l’Unione europea stima in 900mila le posizioni vacanti in questi ambiti entro il 2020.

 

Professioni del Futuro

Quali sono le nuove professioni del futuro?

In un interessante articolo pubblicato sul Blog Con Noi Sai di CNP Partners, si evince che i principali competitor dell’uomo saranno i robot e questo è stato confermato anche dal World Economic Forum che dichiara che prossimamente 5 milioni di posti di lavoro saranno persi a causa dei robot.

Questo può far spaventare ma in realtà i lavoro non andrà perso ma cambierà.

Le professioni del futuro saranno completamente diverse da quelle di oggi. Per questo motivo le imprese saranno costrette ad andare a cercare le professionalità nei centri di ricerca.

Cambieranno, dunque, le professioni già esistenti. Gli ingegneri e i medici lavoreranno da remoto e gli idraulici utilizzeranno tecnologie smart, tanto per fare due esempi.

Le aziende come potranno farsi trovare pronte a questo cambiamento? La risposta è attraverso processo di re-training e re-skilling.

La formazione aziendale sempre più importante tanto che gli accordi tra imprese ed istituti di ricerca dovranno essere un must.

Ovviamente lo sforzo non dovrà essere fatto solo dalle aziende ma nache dai professionisti che, per manterere il loro posto di lavoro, dovranno sempre più impegnarsi nella propria formazione ed abituarsi al cambiamento continuo.

Tra le nuove figure che le imprese si contenderanno vi è quella del Data Scientist, dell’App Developer ed altre 5 che vi invito a scoprire leggendo l’articolo “Quali sono le professioni del futuro (e come trovarle)?”.

Buona lettura

Girolamo

Rimani in contatto con me con

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *